sabato 17 dicembre 2011

Operazione "Resistenza di Serafino" - premessa


(nota del 12/04/2012: quello che segue è un testo scritto nel mese di gennaio 2012 e la prima battaglia nel marzo 2012 è stata vinta da noi 1-0, grazie alla vostra collaborazione sia mentale che materiale. Dunque il Rifugio Altino 1080 rimarrà aperto con noi. Per saperne di più, venite a trovarci al Rifugio!)


Sono Ryosuke, il gestore di questo blog, qualcuno si ricorderà di me come "il giapponese di Altino" o "Ryo". Ma questa volta sottoscrivo il mio nome specificatamente, perché nessuno pensi che questo testo sia una dichiarazione ufficiale da parte di Cinzia e Massimo del Rifugio: sto scrivendo personalmente di mia iniziativa e tutto ciò che segue non è opera loro in alcuna maniera. 


Tutto chiaro? 
OK.


Dunque, sembra che la Chiesa voglia cacciare via Massimo, Cinzia e il loro cane fedele Fortuna dal Rifugio. Vi chiederete "ma perché?". Le ragioni non ve le posso raccontare per il momento: quando i loro avvocati daranno l'OK vi spiegherò dettagliatamente.


Solo allora avrà l'inizio una Campagna salva-Cinzia-Massimo-Fortuna a livello non solo nazionale ma MONDIALE che FAREMO INSIEME A TUTTI VOI. Questa campagna la chiamerò "Operazione RESITENZA DI SERAFINO" *, se siete d'accordo anche voi, gente che ama il Rifugio Altino gestito da Cinzia e Massimo.


Per ora commentate sui motivi per cui loro tre devono continuare a esserci là, e aspettate l'inizio dell'operazione. Per sicurezza evitiamo di lasciare commenti offensivi nei confronti della Chiesa, almeno per il momento.


Se la Chiesa li caccerà via davvero, io non farò mai battezzare mia figlia dai preti cattolici. O forse sì, ma per parlare con Dio non la porterò mai in una chiesa . La porterò dove SO che lui ci ascolta veramente.


Lo sapete dov'è? Forse sì.


Lo saprai bene almeno tu, Padre Alfredo, perché ti ho visto camminare felice in quel posto all'epoca.


Ryosuke


35 commenti:

  1. Io spero che Massimo e Cinzia ed il loro cane fedele, trovino un accordo con chi gestisce l'immobile di Altino.
    Sono due persone semplici, che amano la vita e mandarli via dal Rifugio vorra' dire far morire in loro la voglia di vivere e di stare tranquilli in mondo dove esisste molta natura e poche cose artificiose.
    Piu' ci penso e piu' nn credo che loro non saranno ( forse ) piu' li'.
    Abbiate tanta forza per affrontare questo delicato momento dlla vostra vita, siate fiduciosi e speriamo con tutto il cuore che riusciate a trovare un compromesso giusto per continuare a regalare sorrisi alla gente che vi conosce.

    Andrea Piccirilli

    RispondiElimina
  2. Elisa e Filippo18 dicembre 2011 12:49

    Tutti quelli che conoscono Massimo e Cinzia, anche un minimo, sanno bene che sono entrambi due persone coi cosiddetti c******i...certo è che non sarà una battaglia facile, siamo tutti consapevoli di quanto "la gente di chiesa" sia legata ai propri interessi..non a caso è in buona parte anche colpa loro se il nostro Paese tutto sta andando a pu****e, figuriamoci se un posto come Altino può fargli paura... Ma in Italia manca una cosa fondamentale, una cosa che invece ad Altino c'è..ed è il coraggio e la forza di quei due che hanno fatto rinascere quel posto. Un coraggio e una determinazione che, personalmente, mi è capitato poche volte di incontrare. E certamente non sono soli, non lo saranno mai!
    Credo fermamente che nella Vita l'importante non sia tanto raggiungere gli obiettivi che ci prefiggiamo, quanto dare tutti noi stessi per arrivarci. E' il viaggio che conta, non la meta, e se fosse questo il cardine dell'universo, sono estremamente convinta che Massimo e Cinzia si siano già conquistati un posto di prima classe in paradiso. Nel frattempo, l'importante è lottare, con le unghie e con i denti. La situazione non è delle più facili..ribadisco che gli uomini di chiesa se vogliono una cosa fanno carte false per averla (oserei dire che fanno SOLO carte false) e purtroppo per noi, i mezzi di certo non gli mancano!
    Eppure, cari Massimo e Cinzia, voi avete ciò che di più importante esiste al mondo: amicizia, affetto, voglia di vivere a modo vostro, e soprattutto il rispetto delle persone che vi stanno accanto. Sarà dura, e magari avrete voglia di mollare, ma in nome "li coppi che se aza" vi staremo vicino sempre e per sempre. Non dimenticatelo MAI!!
    Elisa e Filippo (soprattutto Elisa :P)

    RispondiElimina
  3. altino senza di loro nn sarebbe la stessa cosa!!!!io da quando sn bambino vado su ad altino e nn mi sn mai trovato così bene cm cn loro!!!ho passato momenti indimenticabili e sn sicuro che ne passerò ancora!!!!!darò sempre il mio appoggio!!!!

    Samuele

    RispondiElimina
  4. Combatteremo Tutti insieme!!!!
    Il nostro appoggio ci sarà sempre!!!
    Ci vediamo a Capodanno!!!

    Debora & Vittorio

    RispondiElimina
  5. Massimo e Cinzia li conosco sono simpaticissimi voglio che restino ad Altino torno per le feste! Jan

    RispondiElimina
  6. A Massimo e Cinzia...tenete duro ragazzi,questo posto lo avete creato voi con la vostra passione e devozione e con tanti sacrifici e fatiche....noi veniamo li per voi non per i proprietari...in quanto tali...speriamo in una decisione da parte loro caritatevole e di buon esempio

    RispondiElimina
  7. Senza Massimo, Cinzia e Fortuna quel paesino tornerà ad essere un luogo abbandonato... Solo loro sono riusciti a portare tanta gente in quel luogo meraviglioso!!!!

    RispondiElimina
  8. nooooooooooooooooooooooo....... :( Massimo e Cinzia non si toccano!!!

    RispondiElimina
  9. come al solito in Italia, si vogliono distruggere sempre le cose che vanno bene...ma sono certo che ci sarà una mobilitazione massiccia affinchè ( in questo caso) ciò non avvenga...Tenetemi aggiornato.

    RispondiElimina
  10. nooooo!!!!!!!!!! non ci posso credere! :-(((((((( speriamo si possa risolvere tutto nel migliore dei modi!

    RispondiElimina
  11. Nel rifugio di Altino siamo stati ospiti e trattati con simpatia ed allegria. Massimo e Cinzia hanno fatto sempre in modo da farci sentire come a casa. Sembra impossibile che vada tutto a P....... dovrebbe invece essere potenziato spalleggiando chi già è presente ed ha voglia, ma soprattutto capacità di fare. Massimo e Cinzia lo hanno dimostrato e credo lo dimostrino tutti i giorni.... La chiesa, stavolta la scrivo minuscola perché si dimostra davvereo piccola e chiusa mentalmente.... Date forza, speranza e fiducia ai giovani che vogliono costruire e consolidare la loro vita.... un abbraccio G.M.N.F.

    RispondiElimina
  12. Era il 24 Giugno del 2011, era in corso un "Convegno Regionale di studio sui Funghi". I partecipanti erano circa 40 e tutti Esperti Micologi, con ospiti a Carattere Nazionale. La breve premessa solo per sottolineare che tutto è stato possibile grazie a Massimo, Cinzia e l'allegria di Fortuna. Certe cose non possono passare inosservate, tanto più che quest'anno abbiamo riproposto lo stesso sito grazie al trattamento ricevuto e all'ambiente circostante.
    Grazie ancora a Massimo e Cinzie, un grosso in bocca al lupo e a presto...

    RispondiElimina
  13. resistere,resistere,resistere

    RispondiElimina
  14. Alcuni commenti sono quelli originalmente pubblicati sul fan page della Facebook e riportati qui da me. Per chiarezza faccio questa nota.

    RispondiElimina
  15. Ho avuto la fortuna di conoscere Massimo e Cinzia circa un anno fa.. due persone splendide, semplici, simpatiche e con un gran cuore ai quali non mancano coraggio, forza e spirito! Ci mettono l'anima nel lavoro che fanno. Il rifugio di Altino non sarà MAI lo stesso senza loro! Non meritano affatto di essere mandati via.. ANZI, vanno premiati per la volontà che hanno di resistere a queste "battaglie"!!! Forza.. Vi appoggerò sempre!!! NON MOLLATE MAI!!!!!! Ale.

    RispondiElimina
  16. massimo ,cinzia lottate non fate distruggere il vostro sogno! non ne hanno il diritto!!!!

    RispondiElimina
  17. Come non appoggiare questa lotta dopo aver conosciuto Massimo, Cinzia e Fortuna ed averci passato ormai tanti giorni assieme. Noi ci siamo, fateci sapere cosa fare. Sapevo di queste difficoltà, ma non sino a questo punto. La chiesa, mah, meglio star zitti....
    Emanuele, Wolly e tutti i nostri amici che vi conoscono.

    RispondiElimina
  18. Grazie ragazzi, continuate così!

    RispondiElimina
  19. Alla nostra comitiva piace la montagna, spesso facciamo delle escursioni.Qualche anno fà mentre partecipavamo ad un corso cai abbiamo conosciuto Cinzia e Massimo e ci sono subito sembrate delle BELLE persone.Abbiamo continuato a frequentare Altino e la nostra simpatia nei loro confronti è sempre di più aumentata.In qualsiasi ora del giorno ci siamo rivolti a loro si sono sempre resi disponibili ( un piatto di pasta non è mai mancato)Di loro ci piace la semplicità e il sorriso che mostrano sempre.Abbiamo saputo queste notizie e ciò ci dispiace moltissimo. Vi siamo e vi sarremo vicini. Fateci sapere. Roberto, Toni, lu pompiere che non scappa mai e la comitiva

    RispondiElimina
  20. In tutte le occasioni che io e i miei amici abbiamo fatto tappa ad Altino per le varie escursioni abbiamo trovato al rifugio sempre cordialita', simpatia, e anche onesta'.......speriamo che non succeda come spesso capita in italia che le cose che funzionano vengano soppresse.

    RispondiElimina
  21. Io non conosco personalmente qst persone ma ho visto la bellezza di Altino e un pezzetto del mio cuore è rimasto lì...grazie anche le parole del libro di Don Angelo Albertini che descrive quel posto come un diamante della terra! Senza persone che si occupano di lui qst posto rischia la morte, ma sono anche cattolica ma esserlo non vuol dire "fare di tutt'era un fascio" non cadiamo nel qualunquismo. Sicuramente chi ha preso qst decisione è un UOMO, e non l'ha fatto bene indipendentemente che sia un prelato, un politico, un imprenditore, un buddista o altro

    RispondiElimina
  22. La nostra famiglia fa parte della comitiva "Roberto & co." e vorremmo anche noi esporre la nostra opinione. Roberto dice che sono persone disponibili e noi non possiamo che confermarlo; un giorno infatti, dopo una lunga escursione sulle creste della Sibilla durata sino alle 23.00, abbiamo contattato diversi rifugi per oranizzarci una cena, ma gli unici pronti e disponibili sono stati proprio loro, Cinzia e Massimo. Ci hanno subito accolti con grande cordialità e cortesia e preparato una semplice ma ottima cena malgrado fosse tardi.
    Che dire? ... a loro va tutto il nostro appoggio e solidarietà.
    Famiglia Belà

    RispondiElimina
  23. Mi associo anche io alla solidarietà dei post scritti qui sotto, augurandomi che si risolva il problema. Per me Massimo, e Cinzia, sono diventati una istituzione ad Altino, di conseguenza non riesco a vedere un'altra forma di gestione. Mi rendo disponibile per eventuali forme di protesta, pur di salvare la situazione attuale. Nel frattempo un buon Natale a tutti voi

    RispondiElimina
  24. GRUPPO SMILLAURO3 gennaio 2012 05:43

    detto francamente non vedo come da un punto di vista commerciale si possa pensare di togliere la gestione del rifugio a cinzia e massimo,dopo tutti questi anni,il clima,le persone e l'atmosfera che si crea ogni anno ad altino è ovviamente merito loro e chi di dovere dovrebbe capirlo su due piedi e non far finta di non capirlo ottusamente.A volte non basta solo un posto meraviglioso ad attirarti ma sono le persone che ti accolgono in quel posto che fanno la differenza e loro la fanno e come.Per quanto riguarda un punto di vista umano bè che dire non ho parole per l'accoglienza che ci hanno riservato.Un posto a volte non è speciale in se per se ma lo rendono speciale le persone che ci sono.

    RispondiElimina
  25. ciao , io ho conosciuto cinzia e massimo all'inizio della loro attivita' piu' o meno nel marzo del 2008. mi trovavo anche io ad altino per lavoro e devo dire che nn cera proprio niente se nn che qualche cane malfamato e con la rogna e molte molte foglie intorno al rifugio, montagne di foglie e molta sporcizia, mangiavo con i miei operai un panino a pranzo e un caffè oramai freddo che avevo preparato il mattino prima di partire di casa. ma quando ho conosciuto cinzia e massimo nn avevo piu' il peso di andare a lavorare lassu, forse perche nn ci sentivamo piu' soli, ma sapevamo che oltre a noi tre cerano altre persone li con noi, cinzia e massimo.da li è nata un splendida e sincera amicizia, ogni giorno andavamo a pranzo da loro e non eravamo drei semplici operai ma li dentro ci sentivamo veramente trattati come frttelli;la vera forza di queste due persone è veramente la semplicita, che nel mondo di oggi è dire veramente tanto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo il tuo nome, ma il tuo commento è finora quello che mi è piaciuto di più, grazie mille!

      Elimina
  26. Anch’io non comprendo l'assurdità di quanto sta per accadere. Massimo, Cinzia e Fortuna hanno dato vita a un borgo che sarebbe stato, senza di loro, un paesino abbondonato. Ricordo ancora quando li ho conosciuti per la prima volta. Mi hanno accolta, sorriso e divertito ed oggi, grazie a loro trascorro ancora dei momenti indimenticabili.
    Si sono sempre dimostrati generosi, ospitali, umili. Hanno aperto la porta del loro rifugio a tutti, senza distinzioni, senza pretese..
    Hanno scaldato tantissime serate e insieme ci siamo divertiti.
    Fa specie credere che tutti questi valori, che proprio la chiesa e i suoi adepti professano, vengano, in maniera assurda e senza una valida motivazione, schiacciati da ulteriori e supremi interessi.
    Insomma solito discorsi… bla bla bla… rispetto, generosità, ospitalità….. non sono più importanti … Cosa vogliono fare? Mandare via chi ha dato il suo amore per far rivivere questo borgo e che tutti i giorni lotta con umiltà e onestà per rendere migliore questa piccola parte del mondo?
    Massimo Cinzia e Fortuna per me siete delle persone eccezionali, uniche e ringrazierò sempre Dio per avermi dato l’onore e il piacere di conoscervi e di condividere le vostre emozioni e la vostra esperienza di vita.
    Combatteremo insieme e se questo vorrà dire, urlare al mondo intero questa ingiustizia..allora lo faremo, e in ogni caso non ci fermeremo.
    Vi voglio bene.

    RispondiElimina
  27. grazie grazie di cuore! ringraziamo di cuore ognuno di voi,ke hanno usato delle belle parole per noi.continuate cosi' ci fate sentire più forti e meno soli.massimo cinzia fortuna.

    RispondiElimina
  28. Ciao sono Maurizio,per chi non lo sapesse i gestori Cinzia e Massimo da quando hanno preso in gestione il rifugio Altino hanno dato più visibilità e più possibilità e più valore a questo posto. Da quando ci sono loro,si sente molto le persone che parlano del rifugio,visto che nel passare del tempo,questo posto è sempre più conosciuto. Lo frequentano non solo persone che si trovano nelle vicinanze,ma trova anche spunto per le persone che decidono di andare in vacanza o di fare ogni tanto una giornata diversa dalle altre.. Ora la domanda è questa: Perchè dover mandare a casa persone come loro che si occupano del Rifugio??? Visto che in tanti anni di gestione hanno dato vita a questo paese dimenticato e poco conosciuto da tutti??? Un bacio a tutti quelli che frequentano e che conoscono il posto. Forza Altino! e forza a Cinzia e Massimo! un bacio dal vostro nipote.

    RispondiElimina
  29. mirco Mondaino24 gennaio 2012 22:23

    un posto dove l'amicizia cresce veloce come la malva cresce al Sole

    RispondiElimina
  30. io mio marito e i miei figli amiamo altino.noi siamo di varese siamo andati ad altino,portati da katia,e x noi è un posto speciale grazie a Massimo e Cinzia persone accoglienti e simpatiche

    RispondiElimina
  31. altino 1080 esiste perchè è gestito da due persone speciali che grazie alla loro simpatia, bravura e competenza in tutto ciò che fanno rende questo luogo unico al mondo.Spero di incontrarli ancora a lungo nel rifugio perchè altrimenti senza di loro questo posto perderebbe il suo valore e non potrei più andarci.
    Valerio Vianelli (ancona)

    RispondiElimina
  32. gestire un rifugio in montagna non è proprio un'attività economica ma piuttosto una missione impegnativa e difficile. Quando smonto dai miei turni di lavoro in comunità e salgo ad Altino so che ci saranno due persone disponibili e professionali ad accogliermi che sono in grado non solo di rifocillarmi (i piatti sono succulenti!! -:) ma di risolvere eventuali difficoltà che la montagna può riservare. Massimo è una guida esperta capace di affrontare qualunque difficoltà e Cinzia è la sua compagna discreta e con un'anima forte. Non tutti sono in grado di vivere come loro!
    Da chi farebbe gestire il rifugio la chiesa?? ma non si rende conto di cosa significa?
    Spero di tornare e trovare sempre i cari massimo e cinzia................
    Claudia

    RispondiElimina
  33. Questo post ha avuto più di trecento visite, ragazzi lasciate anche qualche parola, grazie!!
    Poi salite a Altino, che una favola con Cinzia, Massimo e Fortuna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora mi sa che si può commentare ai commenti così.

      Elimina